Poesia Veterofemminista

Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna,
ma dietro una grande donna c’è sempre un uomo con un grande…
Per dipingere una parete grande,
ci vuole un pennello grande o un grande pennello?
Cinghiale! Il maiale col pennello da bagnare!
Scusi, signorina: sa dirmi se è nato prima l’uomo o la gallina?
Se è nato prima il pene o la vagina?
Se è nato prima il fiore o l’ape…
Regina, reginella, quanti passi devo fare per arrivare al tuo castello
anche solo con la punta dell’uccello?
Cinque passi da…
Cinghiale! Il maiale con le costole da staccare!
Una a me, una a te, una alla figlia del castello
marcondirondirondello che faceva all’amore
con la principessa col pisello.
Donne turudù in cerca di guai,
in cerca di un sempre, in cerca di un mai,
in cerca di una scarpetta,
in cerca di una casetta,
in cerca di una famiglia perfetta
e ninna oh, questo bimbo a chi lo do?
Lo darò all’uomo vero che mi fa un occhio nero,
anche se “non una di più” / “non una di meno”
dovrebbe far zero.
Ma pensa te che sfiga:
volevi darmi una botta di morte
e mi hai dato una botta di vita!
Per Francesca che non si trovava,
per Giulia che era brava,
per Silvia che ignorava che Luca si bucava,
per Anna che sapeva fare all’amore,
per Gianna Gianna Gianna che aveva un coccodrillo ed un dottore,
a Marinella volata su una Stella lassù
e che palle ci aveva fatto Lisa dagli occhi blù
così dopo signoria Lia e passerotto non andare via,
ecco questa mia dedicata a… Mammamamammmariaaaa!
Se non sei mamma non sei donna,
se non sei donna non sei mamma,
se sei uomo non sei donna…
se sei un uomo non ritorna…
devi andare alla gogna!
Generare dietro la collina, ci sta…
il Cinghiale! Il maiale con le gonadi per farmi impregnare!
Ma perché dovrei sollevare una bestia dal peso morale
di essere la copia genetica del suo genitale?
Io rinuncio.
A Satana. Rinuncio.
A tutte le sue opere. Rinuncio.
A tutte le sue seduzioni. Rinuncio.
E credo nell’IO onnipotente
di chi attraversa tutta la vita solo per dimostrare
che non importa di che genere sei fatto
perchè tanto finirai col degenerare.

Ascolta Poesia veterofemminista letto dall’autrice.