Il profumo delle farfalle

scritto da Elena Gottardello

Spina dorsale – Frankenstein 4


Da: ele.g@gmail.com
A: Paolo Subject: Ci siamo!!! 20/5/2018 11:22

Ciao socio!
Eccomi qua, scusami per il silenzio. Lo so, avrei dovuto scriverti già due settimane fa, ma ho avuto una serie di contrattempi che non ho potuto neanche accendere il pc, o quasi. E poi ho pensato fosse meglio scriverti quando avevo qualcosa di concreto da riferirti.
Allora. Continua a leggere

Il pesce lumaca

scritto da Barbara Bedin

Orecchie – Frankenstein 2

Quando sono nato non ho pianto, ho risparmiato il fiato per respirare. In acqua tutto è ovattato, tutto si sposta senza produrre rumore in un silenzio naturale. Il silenzio delle cose solide mi ha sempre spaventato; so che c’è, non mi sono mai abituato a non sentirlo. Sono sordo dalla nascita. Continua a leggere

Il passato presente

scritto da Paolo Zardi

Ombelico – Frankenstein 1


Era passato un sacco di tempo dall’ultima volta in cui avevo messo piede fuori di casa. I miei figli avevano impartito indicazioni molto precise a Irina, la badante polacca che si prendeva cura di me. Non dovevo uscire perché ne andava della mia incolumità. Avevo provato più volte a dire qualcosa, al riguardo, ma ormai avevo poca voce in capitolo sulla mia vita. Continua a leggere